Camper Stop

Cos’è?

Un’area di sosta per camperisti che fa parte del circuito Agricamp. Consigliata per gli amanti della natura, si colloca alle porte di Bassano del Grappa e a due passi dal celebre “Ponte degli Alpini”.

Agricamp Conca d’Oro”, è un’area di sosta immersa nel verde dei 7 ettari che comprendono il cascinale della struttura Conca d’Oro, le serre e le sue colture. Pensata per offrire un servizio di qualità al turismo itinerante l’area sosta sfrutta la sua collocazione geografica come un punto strategico di partenza per la scoperta delle bellezze di Bassano e dei suoi dintorni.
Il verde e la quiete di Conca d’Oro, assieme alle potenzialità e alle bellezze di un paesaggio come quello della già celebre Bassano e dei suoi dintorni, rendono “Agricamp Conca d’Oro” una sosta con una marcia in più: senza contare che l’iniziativa si accompagna a tutte le altre proposte della fattoria sociale, vero e proprio valore aggiunto di un eventuale soggiorno.

DSC_0004_1_1003L’area sosta camper della Fattoria Sociale Conca d’oro dispone di dieci piazzole illuminate ed attrezzate con elettricità, acqua, scarico per le acque nere, servizi igienici e docce.

L’area è indicata da segnaletica sulla viabilità ordinaria (direzione Sud-Nord). Per chi percorre la superstrada Bassano-Trento sia da sud che da nord, prendere l’uscita “Pove del Grappa – Conca degli Ulivi”, dove l’area sosta è segnalata da cartello. Per chi proviene dal centro di Bassano, prendere la direzione per Trento fino al Centro Commerciale OK a Pove del Grappa. Qui girare a sinistra per la strada in discesa, fare il sottopasso della superstrada e prendere la prima stradina a sinistra che immette nel viale di ulivi della Fattoria.

Quanto costa?

Il prezzo per la sosta è di 10 € per piazzola; in aggiunta 2€ per l’elettricità e 2€ per le docce.

Attenzione!

A causa di problemi tecnici presso l’area sosta NON sarà possibile scaricare le acque nere. Ci scusiamo per il disguido

E’ possibile effettuare lo scarico presso il Park Gerosa. Per le Indicazioni stradali (Google Maps)

Come arrivarci?

Per facilitare l’arrivo presso l’area sosta, si consiglia ai clienti l’ingresso presso l’entrata della fattoria in Via San Bortolo 10, 36020, Pove del Grappa.

Coordinate per navigatore: Latitudine: 45,789094 Longitudine: 11,728149

Cosa vedere a Bassano del Grappa?

Da Conca d’oro si può raggiungere il centro di Bassano del Grappa a piedi (2,4 km) lungo stradine delimitate da vecchi muri di pietra ed il fiume Brenta. Si giunge sotto il castello che, con le sue torri quadrate, sovrasta la città ed il fiume. Il centro della città è caratterizzato da tre piazze comunicanti che digradano dolcemente verso il fiume. Si può visitare la chiesa romanica di San Francesco (XIII sec.) accuratamente restaurata. Per il chiostro a fianco della chiesa si accede al museo cittadino che, fra gli altri reperti, ospita dipinti di Jacopo da Ponte ed opere di Antonio Canova.

Di fronte alla chiesa si innalza la Torre Grande (XIV sec.) dalla cui sommità si può ammirare il panorama completo della città, della pianura e delle montagne. Scendendo verso il fiume si giunge al neoclassico Palazzo Sturm che ospita il museo della ceramica. Pochi metri più avanti si incontra il Ponte Vecchio o Ponte degli Alpini. Costruito interamente in legno, è stato progettato da Andrea Palladio (XVI sec.). Più volte distrutto dalle piene e dalle guerre, è sempre stato ricostruito secondo il progetto originale. All’imbocco del ponte potete gustare l’aperitivo locale in un’antica distilleria rimasta immutata dal XVIII sec.

Bassano è al centro di una rete molto interessante di città e luoghi naturalistici che si possono raggiungere e visitare in giornata. Innanzi tutto il Massiccio del Monte Grappa, luogo di feroci battaglie durante la Prima Guerra Mondiale. Sulla cima si erge l’imponente sacrario che accoglie i resti di soldati italiani ed austro-ungarici. Sull’altro versante della Valsugana si eleva l’Altopiano di Asiago, anch’esso luogo di aspri combattimenti durante la guerra ’14-’18, oggi centro turistico specialmente per gli sport invernali. A 8 km da Bassano si può visitare la graziosa cittadina murata di Marostica con la caratteristica piazza a scacchiera dove ogni due anni si gioca una partita a scacchi vivente. A 15 km, sulla sommità di un colle, si incontra Asolo, la più inglese delle città venete e, poco lontano, Possagno, città natale di Antonio Canova. Si può visitare il tempio progettato da lui stesso e la gipsoteca nella casa natale che accoglie la collezione dei modelli in gesso delle sue sculture.
Altre città interessanti sono Cittadella (10 km) circondata da possenti mura perfettamente conservate e Castelfranco (25 km). Un po’ più distante, Vicenza (40 km), la città del Palladio con la Basilica e la Rotonda, la più famosa delle ville palladiane, e Padova (45 km.) una delle più antiche città universitario, famosa per gli affreschi di Giotto nella Cappella degli Scrovegni e per la Basilica di Sant’Antonio. Dalla stazione di Bassano si può raggiungere in treno direttamente Venezia in un’ora, visitarla e ritornare in giornata.

Chi preferisce la natura e la campagna, può fare delle rilassanti passeggiate lungo il Brenta o dei percorsi in mount ain bike sulle colline che circondano Bassano. Chi ha buone gambe può recarsi in auto nel paese di Valstagna (9 km in direzione Trento) stretto fra il fiume e la montagna. Là una scalinata di 4444 gradini, costruiti nella roccia nel XIV secolo dai Visconti, porta sull’Altopiano di Asiago (2 ore e mezzo per la salita, 1 ora e mezza per la discesa). Era l’antica via degli abitanti dell’Altopiano per raggiungere la pianura e far scendere i tronchi che venivano poi fatti fluitare sul Brenta fino a Venezia per la costruzioni delle navi e delle fondamenta dei palazzi della Serenissima. A Valstagna si può visitare anche il Museo del Tabacco mentre a Romano d’Ezzelino esiste un museo dell’automobile molto ricco.