La Coltivazione

 

Come la grande maggioranza delle fattorie sociali, anche noi coltiviamo in regime di agricoltura biologica (certificazione ICEA IT ICA E1889). La scelta biologica è un altro aspetto della funzione sociale dell’agricoltura. Infatti essa contribuisce a mantenere la biodiversità, a rigenerare il terreno, aumentandone la fertilità naturale e i microrganismi, a combattere l’inquinamento.

 

La scelta biologica segue la stessa logica della complessità che presiede ai progetti di formazione e di inclusione sociale per persone disabili avviati dalla Fattoria Conca d’oro:

  • salvaguardare quello che c’è;
  • favorire le caratteristiche e le potenzialità;
  • favorire la diversità;
  • accettare i vincoli posti;
  • non esiste una unica risposta ottimale ai problemi ma più risposte ragionevoli;
  • diversificare gli interventi.

Tutto ciò è riassumibile nell’abbandono della logica di guerra che presiede sia all’agricoltura convenzionale sia a molti interventi educativi e riabilitativi: distruzione del nemico sia esso rappresentato da erbacce, insetti nocivi o dalla patologia. La scelta biologica è un altro aspetto della funzione sociale dell’agricoltura. Infatti essa contribuisce a mantenere la biodiversità, a rigenerare il terreno, aumentandone la fertilità naturale e i microrganismi, a combattere l’inquinamento. Un solo esempio: le sementi trattate dell’agricoltura convenzionale sono una delle cause della moria delle api. Senza api ed insetti impollinatori non ci sono frutti, senza frutti non c’è cibo. Ora, da quando la Fattoria Conca d’oro è stata convertita all’agricoltura biologica, il numero delle api domestiche, selvatiche e degli altri insetti impollinatori è aumentato a dismisura.